La dieta Oxyform su misura

La dieta proteica consente di perdere peso in modo rapido ma duraturo.

Si svolge in 3 fasi, la cui durata sarà stabilita durante la valutazione personalizzata con uno dei nostri medici Nutrizionisti.

La fase attiva

Viene attuata con l'uso esclusivo di sostitutivi dei pasti e di verdure.


La fase attiva è particolarmente indicata per chi è in forte sovrappeso e vuole perdere peso più rapidamente.


In questa modalità di trattamento, l'apporto proteico è ottenuto esclusivamente attraverso il consumo di alimenti proteici "speciali", che assicurano un controllo completo delle calorie assunte (senza necessità di pesare alcun alimento) e una chetogenesi stabile.


A questi alimenti si aggiungono verdure a basso contenuto di carboidrati come:


gambi di sedano, funghi, cetrioli, crescione, ravanelli, insalate, melanzane, bietole, broccoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cetriolini (senza zucchero aggiunto), zucchine, spinaci, germogli di soia, lattuga di agnello, acetosa, peperoni.

Fase di transizione

Questa fase offre la possibilità di preparare un pasto "libero", cioè di mangiare alimenti proteici "normali" di origine animale (carne, pesce) e verdure più varie durante uno dei due pasti principali.


Il suo utilizzo può essere utile dopo un periodo di dieta ferrea, dopo la fase attiva della dieta proteica Oxyform o come primo approccio per chi desidera scoprire la dieta proteica.


In questa strategia alimentare, il contenuto di zuccheri e grassi è leggermente superiore, pur offrendo gli stessi elementi di base e gli stessi benefici della dieta rigorosa; la perdita di peso è meno rapida e l'effetto di controllo della fame è talvolta meno radicale. In questa versione è necessario seguire correttamente il protocollo, perché se non si rispettano le dosi consigliate è più facile uscire dalla chetosi.


Alimenti proteici da scegliere:


Carne :

Manzo, bresaola, maiale magro, carne bianca di pollo e tacchino, prosciutto crudo o cotto sgrassato.


Pesce :

Merluzzo, orata, acciuga, branzino, calamaro, gattuccio, pesce spada, pesce persico, seppia, sogliola, branzino, tonno, trota, ecc.


Come contorno, si possono aggiungere (in qualsiasi quantità) le verdure indicate per la dieta classica.


Si possono aggiungere anche alcune verdure leggermente più ricche di zuccheri (fino a un massimo di 180 grammi), come :


Asparagi, melanzane, carciofi, cavolini di Bruxelles, pomodori, peperoni gialli e rossi, rape, tarassaco, zucca gialla, ecc.


Fase di mantenimento

Questa fase non va trascurata. L'obiettivo non è più quello di perdere peso, ma di stabilizzare il peso ritrovato.


Ecco alcune regole d'oro che vi aiuteranno a mantenere i risultati ottenuti:


- Bere da 1,5 a 2 litri di acqua al giorno.


- Consumare grassi sani (olio di semi di lino, olio di camelina, olio di colza, olio di oliva, ecc.)


- Consumare 2 o 3 verdure diverse al giorno.


- Scegliere metodi di cottura senza grassi.


- Colazione con proteine.


- Spuntino pomeridiano con proteine + 1 frutto di stagione.


- Evitare gli zuccheri inutili (dolci, bibite... o solo occasionalmente!).


- Evitare gli alimenti amidacei raffinati (pane bianco, pasta normale, ecc.).


- Evitare di mangiare formaggio più di due volte alla settimana.


- Scegliere la carne bianca piuttosto che quella rossa.


- Fare attività fisica regolare (2/3 volte alla settimana).


NON SENTIRSI MAI FRUSTRATI, gli errori sono possibili... è solo una questione di equilibrio!

La dieta proteica è controindicata in particolare in caso di problemi epatici e renali (insufficienza o malattia renale, nefropatia diabetica, ecc.), in gravidanza, in presenza di diabete mellito di tipo I, di tumori in via di sviluppo e di malattie trattate con cortisone. Si raccomanda inoltre di prestare particolare attenzione agli anziani, ai bambini in crescita e alle persone affette da gravi patologie psichiatriche.